sabato 23 agosto 2008

Breaking news: Obama ha scelto Joe Biden


Joseph Biden, 65 anni, Senatore del Delaware e Presidente della Commissione esteri del Senato, è il candidato Democratico alla vicepresidenza.

Manca ancora la comunicazione ufficiale di Obama (che arriverà in anteprima via mail o sms agli iscritti alla sua mailing list) ma la notizia è trapelata dallo stesso team del candidato Democratico, quindi l'ufficializzazione è questione di ore.
I servizi segreti sono già partiti alla volta della casa di Biden per mettere a punto un piano di protezione.
La scelta di Biden è stata dettata dalla necessità di avere al fianco un esperto di politica estera, in un momento in cui la crisi russo-georgiana e le dimissioni di Musharraff in Pakistan hanno riportato gli scenari internazionali al centro del dibattito.

Update ore 9:30 L'annuncio è ufficiale, comparso anche sul sito di Obama

L'immagine “http://www.barackobama.com/images/vp/vp_inset_biden.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

Ecco il testo dell'email mandata da Obama



"Ho qualcosa di importante che voglio rendere
ufficiale. Ho scelto Joe Biden come mio running mate. Joe ed io
esordiremo questo pomeriggio a Springfield, in Illinois, - lo stesso posto in
cui è partita la mia campagna, 19 mesi fa"

Questo è invece il commento del portavoce di McCain alla scelta di Obama.


"Non esistono critici più duri di Joe Biden per la mancanza di esperienza di
Obama. Biden ha denunciato la mancanza di giudizio di Obama in politica estera e
ha detto chiaramente ciò che gli americani stanno comprendendo, che Barack Obama
non è pronto per fare il Presidente"



Nel pomeriggio il ticket Democratico ha fatto il suo debutto a Springfield. Davanti a decine di migliaia di persone, Obama è salito sul palco da solo per presentare Biden, ricordando il suo curriculum politico e la sua storia personale.
Biden ha ripetutamente attaccato McCain dicendo "Non puoi cambiare l'America se hai sostenuto Bush per il 95% del tempo".

4 commenti:

m. ha detto...

Ciao a tutti..
Non sono sorpreso dalla scelta di Biden, ma sono molto deluso. Avrei capito la scelta di un personaggio con un piattaforma politica diversa da quella di Obama, magari un "yellow dog", ma scegliendo Biden il candidato democratico rischia uno sproposito. Biden è sì molto apprezzato all'interno del partito, ma scegliendolo come VP Obama rinnega le basi sulle quali è stato scelto: ha selezionato il politico più immerso nell'establishment tra quelli che facevano parte della propria shortlist; quello che più di altri lo ha attaccato in partenza dal punto di vista dell'esperienza, salvo poi concendergli il proprio implicito appoggio; rischia comunque di alienare la frangia di partito legata ad Hillary Clinton; è "gaffe-prone" e rischia di mettere in difficoltà l'immagine di un personaggio che sta perdendo la sua immagine di politico e uomo immacolato, e come dimostrano gli ultimi sondaggi, sta cominciando a diventare troppo europeo per piacere agli americani. Vedremo se la Convention e le settimane ad essa successive gli daranno ragione.

M.

G. ha detto...

Innanzitutto bentornato.
Io non sono così deluso, Biden non è la scelta migliore in assoluto, ma in questo momento sì. A Obama non conviene allargare la base elettorale, ma consolidare quella che ha e rassicurare gli indecisi. Biden è un vecchio insider di Washington, ma è sempre stato lontano da scandali, lobby e giochi di potere, e tra i democratici è sicuramente quello che ha più di tutti le caratteristiche dello statista.
Non mi sembra che il panorama dei possibili vice fosse molto ricco. Inoltre con Biden si mette al riparo dalle critiche per non aver scelto Hillary, visto che Biden è senza dubbio qualificato ed esperto.
Personalmente avrei visto bene Webb o Clark, ma il primo ha rifiutato e il secondo è diventato impresentabile dopo le sue gaffe.

m. ha detto...

Grazie per il bentornato. Anch'io avrei preferito Clark, oppure Bayh. Con quanto scritto sopra non voglio affermare che Biden sia un cattivo personaggio, anzi, ma lo vedo come una scelta un po' stridente con il messaggio di cambiamento su cui Obama ha costruito la propria candidatura. Poi, per carità, Biden è una persona molto preparata sui temi sui quali Obama ha qualche lacuna, da questo punto di vista non ci sono discussioni, e forse sarebbe stato anche un candidato alla presidenza piuttosto forte, magari quattro anni fa. Vedremo se gli americani apprezzeranno..

Anonimo ha detto...

Probabilmente a Obama serve un vice che porti un po' più al centro e verso l'establishment il suo baricentro.

Servono voti in altre aree meno propense a cambiamenti tropo radicali.

Marco